martedì 22 aprile 2014

Di cioccolato e tiramisù



Finita la tregua quaresimale, ritorno con immenso piacere al mio appuntamento quotidiano con il cioccolato.

venerdì 18 aprile 2014

Per una Pasqua felice


C’è chi prepara la valigia e chi è già partito.
C’è chi è impegnato davanti ai fornelli e chi mette solo le gambe sotto al tavolo.
C’è chi non vede l’ora di mangiare cioccolato e chi rimane rigorosamente a dieta…
A tutti,
auguro una Pasqua felice.
Qualunque sia il modo in cui avete deciso di passarla.

Auguri!



lunedì 14 aprile 2014

In giardino e dintorni...



Qualche tempo fa, una mia cara amica mi disse che le capitava di avere dei momenti di profonda tristezza.

venerdì 11 aprile 2014

Spumeggiante, come una coppa di Champagne


È arrivata una mail. Me l’ha spedita Gio. 
Quasi non la vedo e per poco non è finita nel cestino, assieme agli avvisi pubblicitari che elimino ancora prima di aprire. 
Non capita spesso che me ne mandi e non capisco perché tra moglie e marito si debba comunicare tramite mail. Come quelli che spediscono sms dal bagno verso il consorte che è in cucina, l’ho sentito proprio in questi giorni alla radio… Ah siamo messi bene!
Poteva chiedermi se ‘sta roba mi interessava, prima di girarmela... La mia casella di posta ogni giorno si riempie d’inutile propaganda alla quale non è servito mandare la richiesta  di annullamento, perché dopo una breve tregua, arriva di nuovo. E io puntualmente rimuovo ancora prima di aprirla.
Però questa mail non va cestinata “per rispetto”. Se Gio ha pensato di girarmela è perché avrà ritenuto che sia importante. Lui non manda sms nemmeno quando è fuori casa…

La apro.
La leggo.
Esigo delle spiegazioni…
La rileggo.

Non ci credo…

lunedì 7 aprile 2014

Vecchie riviste, vecchie ricette (ma non troppo...)



Succede sempre che, riordinando lo studio, salti fuori qualcosa che catturi l’attenzione più dello straccio con cui stiamo togliendo la polvere. A me succede tre volte su tre, perché, tra i lavori di casa, quello di spolverare è proprio in fondo alla graduatoria; quindi,  mentre lo faccio per forza di dovere, abbino anche il piacere di divagare, con il risultato di metterci un sacco di tempo in più del previsto. Ma serve…almeno per incentivarmi a farlo!