martedì 21 aprile 2015

Storia di un piccolo ditale e di quando imparai a cucire.


Non saprei dire quanti anni avessi quando iniziai a tenere in mano un ago per cucire. Ero piccola, sette, otto anni, credo. Ricordo che, per l’occasione, la mamma  mi comperò un ditale che avevo preteso, come ogni sartina, degna di portare questo nome, pretendeva di averne uno.

giovedì 9 aprile 2015

Una tartaruga. Un rospo. E un Mago per amico.

Foto tratta da www.amicidellamagia.it



Angelo mi sorprende sempre con quel suo modo originale che lo contraddistingue.
Fa parte di quelle persone a cui sai di poter parlare se ti occorre un pensiero. Magari non le chiami mai, ma è bello sapere che esistono.

venerdì 3 aprile 2015

Dedicato a voi!



Amore e gioia  per tutta la vita.
Questo è il mio augurio per ognuno di voi.

Buona Pasqua!



mercoledì 1 aprile 2015

Il primo gesto del mattino



Come una vecchia signora, il mio primo gesto del mattino è quello di bagnare i fiori. Questo è il periodo di maggior crescita e ogni mattina mi stupisco davanti a un fiore che il giorno prima era ancora un bocciolo o a una piantina cresciuta di qualche centimetro nell’arco di pochissimo tempo. 
Tulipani, narcisi, violette, primule, giacinti, ma anche le semplici margheritine che punteggiano il prato di bianco mi entrano nel cuore, e a vedere i loro capini imbronciati per la mancanza di acqua a causa del vento, mi si stringe il cuore. 
Così ogni mattina, ancor prima di fare colazione, saluto i miei fiori con l’annaffiatoio in mano: loro sono i privilegiati, i soli a vedermi con i capelli arruffati e senza un filo di trucco; ma credo che a loro io piaccia anche così, perché ogni giorno mi omaggiano di qualcosa di nuovo e tra noi non ci sono segreti. Anzi: per me sono i migliori terapeuti in caso di tristezza.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...